concorsi inps 2017, concorso inps 2018

Come partecipare al concorso INPS 2017? Quali sono i titoli di accesso e le certificazioni che  incrementano il punteggio della graduatoria di merito finale?

L’8 novembre 2017 il presidente Tito Boeri ha reso noto con un tweet che l’INPS sta per bandire un concorso pubblico per l’assegnazione con contratto a tempo indeterminato di 365 posti di analista di processo-consulente (area C – posizione economica C1).

La determina firmata dal presidente non è stata ancora pubblicata sulla gazzetta ufficiale. ma già si conoscono i requisiti per l’ammissione al concorso INPS 2017.

Sono state comunicate anche ile prove che i candidati dovranno sostenere, le materie da studiare per prepararsi al meglio al concorso, i titoli di accesso e il punteggio assegnato per chi è in possesso delle certificazioni linguistiche (inglese di livello B2, C1 e C2) ed informatiche.

Nell’articolo di oggi procederemo con ordine e spiegheremo subito:

  • Quali sono i requisiti per partecipare al concorso INPS 2017;
  • In cosa consisteranno le prove selettive del concorso INPS 2017;
  • Come avverrà l’assunzione in servizio per i 365 vincitori.

Chi può partecipare al concorso INPS 2017 e come presentare la domanda

Il concorso INPS 2017 è rivolto ai cittadini italiani che, oltre a godere dei diritti civili e politici e ad avere l’idoneità fisica per lo svolgimento della professione oggetto di concorso, siano in possesso dei seguenti titoli di accesso:

  • laurea magistrale o specialistica in una delle discipline seguenti: scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza, teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (oppure diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento corrispondente a una di tali lauree magistrali);
  • certificazione di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del Q.C.E.R., rilasciata da un ente certificatore riconosciuto dal Miur.

Per quanto riguarda, invece, la presentazione della domanda di partecipazione al concorso INPS 2017, quest’ultima dovrà obbligatoriamente essere trasmessa online, tramite l’utilizzo di PIN INPS (il codice personale che consente di accedere ai servizi telematizzati dell’INPS) oppure SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi) collegandosi direttamente al sito ufficiale dell’INPS.

Il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso INPS 2017, scadrà 30 giorni dopo la pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.

Quali saranno le prove del concorso INPS 2017?

Il concorso INPS 2017 prevederà in totale 3 prove: 2 prove scritte e una prova orale.

La prima prova scritta sarà di carattere oggettivo-attitudinale e consisterà in una serie di domande a risposta multipla. Il test verterà su quesiti psicoattitudinali, logica, competenze linguistiche ed informatiche, cultura generale.

Alla seconda prova potranno partecipare i candidati che nella prima prova avranno riportato un punteggio di almeno 21/30.

La seconda prova scritta è di carattere tecnico-professionale e consisterà in una serie di domande a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • bilancio, pianificazione, programmazione e controllo;
  • contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale;
  • diritto amministrativo e costituzionale;
  • diritto civile;
  • diritto del lavoro e legislazione sociale;
  • diritto penale;
  • elementi di analisi economica;
  • elementi di statistica e matematica attuariale;
  • scienza delle finanze e economia del lavoro.

Anche in questo caso, saranno ammessi alla prova successiva soltanto i candidati che avranno ottenuto un punteggio di almeno 21/30.

La terza prova del concorso INPS 2017 consisterà in un colloquio orale che avrà come oggetto le materie delle prove scritte e sarà valutato in trentesimi. Il punteggio minimo per il superamento della prova orale è di 21/30.

Come verrà formata la graduatoria finale del concorso INPS 2017?

La graduatoria finale sarà formata sulla base del punteggio complessivo ottenuto da ciascun candidato , costituito dalla somma tra la media dei voti riportati nelle due prove scritte, il punteggio dei titoli e il voto riportato nella prova orale fino ad un massimo di 90.

Come verrà attribuito il punteggio per i titoli culturali, le certificazioni linguistiche ed informatiche?

per la redazione della graduatoria di merito del concorso INPS 2017, oltre ai punteggi ottenuti dallo svolgimento delle prove, saranno valutati anche i titoli posseduti con il criterio seguente.

Punti per voto di laurea:

  • 4 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 101 a 105;
  • 8 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 106 a 110;
  • 12 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale pari a 110 e lode.

Il punteggio massimo attribuibile sarà di 12 punti.

A tale punteggio andranno sommati:

  • 4 punti per uno o più master di II livello inerenti alle materie del presente bando di concorso;
  • 8 punti per uno o più dottorati di ricerca (DR) inerenti alle materie del presente bando di concorso.

Il punteggio massimo attribuibile ai suddetti titoli sarà di 8 punti.

Inoltre saranno attribuiti ulteriori:

4 punti per ulteriore/i laurea/e magistrale/specialistica/vecchio ordinamento (o ulteriori lauree magistrali/specialistiche/vecchio ordinamento), a prescindere dal punteggio riportato;
1 punto per ECDL;
5 punti per livello C1 inglese o livello superiore;
per un punteggio massimo di 10 punti.

Punteggio massimo da titoli. Il punteggio massimo attribuibile per la valutazione dei titoli è pari a 30 punti.

Come avverrà l’assunzione in servizio per i vincitori del concorso INPS 2017?

I vincitori del concorso verranno inquadrati con un contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato in qualità di analista di processo-consulente professionale, area C, posizione economica C1.

Ci sono delle ottime notizie anche per chi non si classificherà fra i primi 365 posti: infatti l’INPS ha già avviato le procedure che potranno consentire l’ampliamento dei posti a disposizione fino a oltre mille.

Categorie: Senza categoria

Dr. Biagio Faraci

Direttore del Centro di Formazione, Consulenza e Sviluppo Web IKAROS CONSULTING di Montemaggiore Belsito (PA). Docente di lingua inglese presso: I.I.S. Luigi Failla Tedaldi - Istituto Professionale Agrario di Castelbuono (PALERMO); Docente di lingua tedesca presso: Istituto Comprensivo N. Botta di Cefalù (PALERMO)

0 commenti

Lascia un commento

This site is protected by wp-copyrightpro.com