Cosa sono le direzioni regionali e provinciali del lavoro?

Le Direzioni Regionali del Lavoro (o anche DRL ) sono uffici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  con sede nei capoluoghi di Regione, ad eccezione che in Sicilia ed in Trentino Alto Adige.

Le DRL sono in numero di 18 e coordinano le Direzioni Provinciali del Lavoro , poste sotto la loro competenza.

Le Direzioni regionali del lavoro sono il risultato dell’accorpamento avvenuto nel 1997 degli URLMO, ovvero gli Uffici Regionali del Lavoro e della Massima Occupazione, e degli Ispettorati Regionali del Lavoro.

La riforma Bassanini e il decentramento del lavoro: il ruolo di regioni e province

Infatti, la Riforma Bassanini  dispose la riorganizzazione e il decentramento delle funzioni in materia di mercato del lavoro alle Regioni  e alle Province , di cui alla L. 15 marzo 1997, n. 59. In ottemperanza a tale norma col D.Lgs. 23 dicembre 1997, n. 469, in materia di “Conferimento alle Regioni e agli Enti locali di funzioni e di compiti in materia di mercato del lavoro”, si diede avvio alla fusione dei predetti URLMO e degli Ispettorati regionali del lavoro già iniziata, limitatamente agli uffici, con il DM 7 novembre 1996, n. 687, recante “Norme per l’unificazione degli Uffici periferici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l’istituzione delle Direzioni Regionali e Provinciali del Lavoro”.

Le Direzioni Regionali del Lavoro, cosi come le Direzioni Provinciali del Lavoro, sono organizzate in 4 Uffici generali:

  • Ufficio Gestione Risorse e Affari Generali;

  • Ufficio Affari Legali;

  • Settore Ispezione del Lavoro;

  • Settore Politiche del Lavoro.

L’ufficio Gestione Risorse e affari generali si occupa di:

 

  • svolgere, annualmente gli Esami di Stato per l’abilitazione alla professione di Consulente del lavoro , ai sensi della L. 12/1979.

  • segreteria della camera arbitrale stabile

  • segreteria Commissione regionale di coordinamento attività di vigilanza

  • segreteria Comitato regionale per i rapporti di lavoro

  • svolgere attività di promozione e informativa sulla disciplina lavoristica e previdenziale

  • gestire convenzioni per lo svolgimento della attività informative e di aggiornamento 


L’ufficio Affari Legali agisce quale organo gerarchico, in primis attraverso il Comitato per i Rapporti di Lavoro, in relazione ai:

  • ricorsi amministrativi

  • ricorsi per il diniego alle autorizzazioni al lavoro per gli extracomunitari

  • istruzione ricorsi contro diffide accertative

  • istruzione ricorsi sulla sussistenza o qualificazione dei rapporti di lavoro

  • ricorsi avverso ordinanze ingiunzione emesse dalle Direzioni provinciali del lavoro

Il settore Ispezione del Lavoro effettua:

  • il Coordinamento e supporto-operativo nella vigilanza in materia di sicurezza, igiene del lavoro e radiazioni ionizzanti

  • il Coordinamento e supporto-operativo nella vigilanza in materia di controllo impianti e macchine soggette alle direttive di mercato

  • la Programmazione e coordinamento vigilanza congiunta con le Ferrovie dello Stato  S.p.A. e le sue società collegate (Trenitalia  S.p.A., Grandi Stazioni  S.p.A. per il materiale rotabile, ecc.).

  • il Coordinamento in materia di vigilanza ordinaria;

  • la programmazione e il coordinamento in materia di vigilanza speciale, integrata e sulle attività formative

  • coordinamento e supporto tecnico-operativo per collaudi e verifiche ascensori e montacarichi

  • organizzazione gruppi di intervento straordinario

Il Settore politiche del Lavoro:

  • svolge Attività e coordinamento in materia di conciliazione delle vertenze individuali e plurime

  • svolge Attività e coordinamento in materia di conciliazione delle Controversie collettive di lavoro nelle materie di competenza

  • rileva i fabbisogni per la determinazione dei flussi di immigrazione;

  • gestisce la quota regionale dei lavoratori extracomunitari

  • Gestisce i rapporti con enti locali ed altri organismi per interventi sinergici sul mercato del lavoro, anche a supporto dell’Amministrazione Centrale del Ministero

  • Svolge compiti demandati a livello periferico in materia di mercato del lavoro e ammortizzatori sociali; partecipazione ad esame congiunto CIGS

  • Svolge Attività e coordinamento in materia di promozione e vigilanza sulle società cooperative

  • Commissione d’esame per centralinisti non vedenti nonché gestisce il relativo Albo Regionale, ai sensi della L. 113/1985

  • Concede il Nulla osta per l’impiego dei lavoratori italiani all’estero di cui alla L. 3 ottobre 1987, n. 398, di conversione del D.L. 31 luglio 1987, n. 317.

Le Direzioni Provinciali del Lavoro (o anche DPL) sono uffici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali .

Diffusa pressoché su tutto il territorio nazionale, con sede nei capoluoghi di Provincia, consta di 93 Direzioni provinciali. Non è presente in Sicilia e Trentino-Alto Adige.

Le DPL – eredi degli Ispettorati provinciali del lavoro e degli Uffici provinciali del lavoro e della massima occupazione, gli UPLMO – riassumono le “nuove” competenze nelle sue due anime rappresentate dai due principali servizi che la compongono:

  • il Servizio Politiche del lavoro (noto con l’acronimo SPL),
  • il Servizio Ispezioni del lavoro (detto anche SIL).

L’SPL ha assorbito le competenze in materia di conciliazioni collegiali  in campo pubblico e privato, avendo come spiccata missione quella di conciliare, mentre il SIL rappresenta l’erede del vecchio Ispettorato del Lavoro, la cui funzione era – almeno sino al D. Lgs. n. 124 del 2004 – tipicamente repressiva.

Oltre ciò, la DPL si occupa delle autorizzazioni del lavoro in materia di cittadini non comunitari o neo comunitari non in deroga, delle autorizzazioni per il lavoro minorile di bambini e adolescenti, delle relazioni sindacali  e dei conflitti di lavoro, delle autorizzazioni delle installazioni di sorveglianza a distanza ai sensi dell’art. 4 dello Statuto dei lavoratori .

Si occupa, altresì, della convalida delle dimissioni delle lavoratrici madri ai sensi dell’art. 54 del D. Lgs n. 151/2001, funzione svolta dall’ispettore del lavoro .

Infine, il D. Lgs. n. 51/1998, sulla soppressione dell’ufficio del Pretore , e l’istituzione del Giudice  unico di primo grado, vengono affidate alla Direzione Provinciale del Lavoro anche le cosiddette inchieste pretorili sugli infortuni, sulle cause ed eventuale mancato riconoscimento dell’infortunio .

La Direzione Provinciale del Lavoro è organizzata in 5 uffici:

  1. Gestione risorse e affari generali con il compito di :
  • Ufficio Relazioni con il Pubblico
  1. Affari Legali e Contenzioso svolge compiti di :
  • Rappresentanza in giudizio
  • Ricorsi amministrativi
  • Consulenza legale
  • Inchieste amministrative sugli infortuni di lavoro
  • Istruzione richieste di interpello
  1. Vigilanza Tecnica effettua :
  • Vigilanza nei cantieri edili
  • Vigilanza congiunta con le FFSS in materia di sicurezza
  • Vigilanza in materia di radiazioni ionizzanti
  • Interventi di polizia giudiziaria in materia di sicurezza e igiene del lavoro
  • Accertamenti tecnici in materia di tutela delle donne, dei minori, delle lavoratrici madri, delle categorie protette, CIGS, applicazione statuto dei lavoratori, ecc.
  • Controllo impianti ed apparecchi soggetti alle direttive di mercato
  • Verifiche ascensori e montacarichi
  • Provvedimenti amministrativi in materia di igiene e sicurezza sul lavoro
  • Rilascio/rinnovo dei patentini per Conduttori Generatori di Vapore 
  1. Vigilanza ordinaria attua :
  • Vigilanza sull’esecuzione dei contratti collettivi di lavoro e sull’applicazione di tutte le leggi in materia di lavoro e di previdenza sociale
  • Programmazione ed attività di coordinamento di altri organi di vigilanza in materia previdenziale e fiscale
  • Vigilanza sulle azioni formative e verifica amministrativa contabile
  • Vigilanza sugli enti di patronato
  • Vigilanza in materia di livelli essenziali delle prestazioni concernenti diritti civili e sociali
  • Conciliazione monocratica su richieste di intervento
  • Diffida accertativa per soddisfazione crediti patrimoniali lavoratori
  1. Relazioni Sindacali – Conflitti di Lavoro si occupa di :
  • Conciliazione controversie individuali e plurime dei settori pubblico e privato
  • Collegi di conciliazione ed arbitrato
  • Raccolta contratti e accordi collettivi di lavoro
  • Consulenza in materia di contratti collettivi di lavoro
  • Rapporti con gli enti locali e con i servizi integrati relativamente alle procedure per la gestione delle eccedenze
  • Controversie collettive per le materie di competenze

Dr. Biagio Faraci

Direttore del Centro di Formazione, Consulenza e Sviluppo Web IKAROS CONSULTING di Montemaggiore Belsito (PA). Docente di lingua inglese presso: I.I.S. Luigi Failla Tedaldi - Istituto Professionale Agrario di Castelbuono (PALERMO); Docente di lingua tedesca presso: Istituto Comprensivo N. Botta di Cefalù (PALERMO)

0 commenti

Lascia un commento

This site is protected by wp-copyrightpro.com